Ammira l’arte sottomarina alla guida di uno scooter DPV

immersioni subacquee con dpv

Un subacqueo con uno scooter DPV difficilmente si annoierà durante le sue immersioni, avendo a disposizione tutte le meraviglie offerte dal mondo sottomarino.

Ai capolavori della natura si affiancano le opere realizzate dell’uomo, che costellano i fondali marini offrendo scenari mozzafiato in cui naturale e artificiale si uniscono in un’atmosfera surreale.

I relitti sommersi sono certamente l’esempio più imponente di questo tipo di attrazioni sottomarine, ma a volte può bastare un oggetto di dimensioni più modeste per avere un impatto altrettanto forte sul subacqueo: è questo il caso delle sculture sottomarine.

Queste figure umane che si ergono dal fondale in un ambiente a loro alieno possono suscitare molte sensazioni: stupore, curiosità, reverenza, inquietudine, ammirazione, … In qualsiasi caso, comunque, il subacqueo con uno scooter DPV avrà un ricordo memorabile!

Ecco alcune statue sommerse tra le più note e interessanti che costellano i fondali di tutto il mondo.

In Italia, a Portofino, si trova il Cristo dell’Abisso, una statua di Cristo realizzata dall’artista italiano Guido Galletti per commemorare la dipartita del connazionale Dario Gonzatti, morto durante un’immersione nel 1947.

Il Cristo, alto 2,5 metri e a 10 metri di profondità, è diventato un monumento per tutti coloro che hanno perso la vita sott’acqua ed è visitato da coloro che desiderano rendere loro omaggio.

Dallo stesso stampo sono state ricavate altre due copie del Cristo: uno in Grenada nei Caraibi per commemorare gli italiani affondati nel 1961 assieme alla nave passeggeri Bianca C, l’altra in Florida, nel John Pennekamp Coral Reef State Park di Key Largo.

Ben più imponente è l’Ocean Atlas, una statua alta cinque metri e pesante 60 tonnellate che si trova nelle Bahamas, a New Providence: si tratta della scultura sottomarina più grande al mondo, così imponente che è stato necessario assemblarla sott’acqua utilizzando una tecnica innovativa.

L’imponente figura imita la posa di Atlante, il titano greco che reggeva il peso del mondo sulle sue spalle, ma raffigura una ragazza con le fattezze tipiche del luogo. Il messaggio è chiaro: i giovani sostengono il futuro del pianeta, un peso posto su di loro dalle generazioni precedenti.

Contemporaneamente, la statua stessa si impegna difendere la natura: è realizzata con materiali sostenibili e a pH neutro, può essere colonizzata dalla fauna locale e ha attirato l’attenzione dell’opinione pubblica sulle perdite di petrolio in mare di un impianto nelle isole.

Esistono poi veri e propri musei sottomarini, che accolgono più opere nella stessa area.

Il Museo Subacuatico de Arte (MUSA) si trova a Cancun in Messico e ospita oltre 500 sculture umane a grandezza naturale che danno l’impressione di trovarsi al cospetto di una civiltà antica reclamata dalle acque.

Il Molinere Underwater Sculpture Park si trova invece a Grenada nei Caraibi ed è stato il primo parco sottomarino al mondo: la collezione ospita 75 statue, umane e non, tra cui spicca il circolo di 26 bambini mano nella mano chiamato Vicissitudes, a rappresentare la ciclicità della vita e la necessità di adattarsi.

A Cannes in Francia si trovano sei statue da 10 tonnellate raffiguranti i volti di persone comuni che risiedono nella cittadina che ospita il famoso festival cinematografico, mentre nella Grande Barriera Corallina australiana sorge il Moua (Museum of Underwater Art) che ospita sculture realizzate in uno speciale materiale che incoraggia la crescita del corallo e aiuta a preservare la barriera corallina.

Gli scooter sottomarini SUEX sono adatti sia alle immersioni ricreative che a quelle tecniche e lungo raggio, offrendo ai sub un nuovo modo di vivere l’esplorazione dei relitti subacquei e strumenti di navigazione avanzati.